Gelato, divano e coperte con Bridget

 

ALL BY MYSEEEEELF , DON’T WANT TO BE, ALL BY MYSELF ANYMORE..

bridget-jones

Ah Bridget,Bridget,Bridget, chi non conosce quella pazza di Bridget Jones, lei è un pò la rappresentazione di molte di noi, sfigate in amore (così la descrivono ma sincermente io tutta questa sfiga non la vedo, anzi), super-mega-stra impacciata, (sembra che non ne combini una buona), alla ricerca del lavoro perfetto , giusto un pò alcolizzata, giusto un pò fumatrice, giusto un pò ossessionata dal peso, con qualche rotella fuori posto, ma sopratutto una donna da sabato sera: a casa, sul divano, con un buon film e una mega vaschetta di gelato per colmare il vuoto che c’è in lei, e ora ditemi, come si fà a non amarla?

Ultimamente, passando per caso in libreria, ( si proprio per caso), ho notato che c’era un’offerta su alcuni libri,  decisi allora di dare uno sguardo e trovai tra questi: ‘Il diario di Bridget Jones’. Premetto che i film li sò a memoria e li adoro, però ho sempre voluto leggere il libro, anche per via di mia mamma che me ne parlava così tanto.

Allora lo presi

lo pagai

e lo finì in poco meno di due giorni.

Ho apprezzato alcune cose del libro più dei film ma altre cose le ho preferite maggiormente nel film:

  • Nel libro riesci a conoscere più a fondo il personaggio di Bridget, perchè la vivi giorno per giorno, o quasi, infatti il libro è un vero e proprio diario, dove lei racconta anche le cose più irrilevanti, le sue paranoie, le sue incertezze, i suoi sentimenti o indecisioni, riesci a capirla, a viverla, delle volte senti di essere al suo posto. Una cosa che ho trovato molto divertente è il suo modo di scrivere, a vero modo di diario, anche nei momenti più assurdi, dopo magari una serata con amici e qualche vino di troppo possiamo capire in che stato si trova la nostra cara Bridget, e non parlo per quello che scrive ma come lo scrive..

 

  • Il fatto di essere un libro però è un’arma a doppio taglio, perchè come dicevo prima, ti permette di conoscere a fondo il personaggio ma allo stesso momento può risultare anche noioso, in certi casi ci sono infatti delle giornate dove per esempio lei racconta cose generali del lavoro o di qualche conversazione con qualche amico che possono risultare un pò lente.
  • è vero che i film non superano mai, o quasi, i libri, ma in questo caso secondo me ci è andato molto vicino, per quanto abbia apprezzato il libro il film ha alcune cose che ho preferito:
  1. La velocità della storia: come detto già due volte precedentemente, il libro in alcune parti può risultare un pò lento a differenza del film che invece ci illustra solo le parti più interessanti
  2. Sguardi di Colin Firth: okkei, Mr. Darcy è Mr.Darcy, il solo pensare che il suo personaggio è ispirato a quello di orgoglio e pregiudizio lo rende di per sè Perfetto, lo amo sia nei libri che nel film, ci sono scene che ho preferito nel libro e altre che ho preferito nel film (andare al punto 3 per saperne di più), ma non posso negare che nel film ci sono gli sguardi che solo un Colin Firth ti può fare e ti fanno amare ancora di più il suo personaggio. Bridget_Jones_Diary_RepNeverChange_640x360_364081731611
  3. Scena finale con Darcy: okkei, questa è una delle cose che mi hanno segnato di più, mentre leggevo le ultime pagine del libro mi aspettavo di trovare la scena memorabile tra Bridget, le sue mutande sexy e Darcy sotto la neve, invece no, certo c’è una scena tra loro molto bella, ma non è minimamente paragonabile alla scena finale del film.

0092C5BC1000044C-3271044-image-m-38_1444758552166

  • come contro c’è però il fatto che nei film, come succede la maggior parte delle volte, abbiano cambiato o tagliato delle scene o situazioni che potevano invece essere tranquillamente inserite rendendo anche la storia più ricca di particolari.

In conclusione posso dire che ho apprezzato sia libro che film, non saprei bene decidere quale abbia preferito, penso comunque che sia una cosa molto soggettiva, per questo vorrei avere vostri pareri sia sul film che sul libro, e se magari avete sia letto che visto il film, la mia domanda è: quale avete preferito? e perchè?

Alla prossima

bridget

Fior7ella

Annunci

Lost in Austen

Ieri 30 settembre 2017 finalmente ho iniziato (e anche finito) una mini serie di cui ero incuriosita da anni.

Stò parlando di ‘Lost in Austen’ conosciuta in Italia come ‘Il diario di Amanda’ .

si tratta di una serie britannica di soli 4 episodi (di circa 45 min) realizzata nel 2008, la trama è la seguente: La protagonista della storia è una ragazza moderna, Amanda Price, che, in qualche modo, viene trasportata all’interno del suo libro preferito ‘Orgoglio e pregiudizio’ attraverso un portale situato nel suo bagno. Entrando nel bagno, un giorno, la ragazza vede spuntare ”Elizabeth Bennet”, sua eroina preferita, nel ventunesimo secolo. Dopo diverse peripezie Amanda finisce nel mondo romantico dell’Inghilterra dell’800, mentre Lizzie rimane al suo posto nella Londra moderna. Ed inoltre cosa farà amanda? tornerà nel suo mondo o rimarrà tra le braccia dell’uomo che ha sempre sognato, Mr.Darcy?

Naturalmente se siete fan di Jane Austen come me,non potete perderla, vedendo amanda vedevo come un mio piccolo riflesso, la solita ragazza che il sabato sera ama stare a casa a leggere un buon libro più di qualunque altra cosa!

Non parlo solo degli amanti della Austen, perchè qualunque ragazza/o bibliofila/o sognerebbe di poter entrare in uno dei suoi libri, e vivere tutte le avventure come se fosse parte di esso, e grazie a questa serie io mi sono immedesimata in Amanda, chi non si è mai chiesto se una ragazza del mondo d’oggi potesse tornare nel tempo o meglio ancora nel suo libro preferito e cosa farebbe una volta lì?

non voglio fare spoiler, ci tengo però che vediate questa serie che a mio parere merita, certo è un pò fantasy, stravolge la storia della Austen ma è ricco di emozioni, avventure,  risate (perchè credetemi, se una ragazza del giorno d’oggi ritorna nell’800 ci sarà da ridere) ma sopratutto non può non essere romantico.

Mi sono molto piaciuti gli attori che hanno interpretato i nostri personaggi, in particolare Mr.Darcy, che sia Colin Firth, Matthew Macfadyen o , in questo caso, Elliot Cowan, non mi delude mai, perchè ad attirarci di Darcy non è solo l’aspetto, ma sopratutto i suoi modi, la sua eleganza, il suo essere così dannatamente romantico .

008LIA_Elliot_Cowan_006

Ovviamente non stò qui a parlare della parte tecnica e Bla.Bla.Bla.. perchè penso che a certe cose, forse la maggior parte, dobbiamo strafregarcene della tecnica e seguire solamente il nostro cuore e le emozioni che quella pellicola ci dà..

L’unica pecca: 4 Episodi sono troppo pochi, mi sarebbe piaciuto fosse durato di più o che almeno le singole puntate avessero una durata più lunga

Vi lascio comunque il link delle puntate, sottotitolate in Italiano se qualcuno di voi fosse interessato a vederla e spero di vedere vostri commenti se l’avete già vista oppure quando la vediate per sapere anche il vostro parere :

http://ramagirlsgenerationfansub.forumfree.it/?t=70445921

 

The Cursed Child – Aspettative vs Realtà

cast-cursed-child

Il 24 settembre 2015 JK Rowling ha annunciato su Twitter che un’opera teatrale su Harry Potter avrebbe debuttato nell’estate 2016 al Palace Theatre di Londra.

A questa notizia ero contentissima, ci sono state molte critiche dicendo che si dovevano fermare ai doni della morte ma io non la vedevo come una continuazione vera e propria quindi non mi recava nessun fastidio!

Tutto cominciò a cambiare quando annunciarono gli attori che avrebbero interpretato quei personaggi che hanno segnato la mia infanzia, posso capire che non possono essere quelli dei film, io questo lo sò e non era una novità, ma cavolo quando mi mettono una Hermione più simile a una futura Angelina Johnson che Hermione stessa mi pesa un pò (anzi un bel pò, ma cerco di non essere troppo polemica) a queste critiche molte persone hanno detto che era solo un capriccio di tipo razzista ma qui non si parla di razzismo assolutamente, io sono la persona meno razzista al mondo, avrei detto la stessa cosa se magari mi mettevano un Ron biondo o moro o un Harry rosso o biondo e così per ogni caratteristica rilevante cambiata nei personaggi! non dico che gli altri attori sono perfetti ma sicuramente presentano più caratteristiche simili.

Comunque nonostante tutto ero molto curiosa di sapere qualcosa di più su questa opera teatrale.

Il 31 luglio 2016, la mezzanotte successiva al primo spettacolo, venne resa disponibile la sceneggiatura sia in versione cartacea che digitale, ovviamente io ero in prima fila per andarla a prendere, cavolo stiamo comunque parlando della mia infanzia! 

Una volta presa però decisi di aspettare, non volevo leggermelo immediatamente ma volevo di nuovo gustarmi la saga dall’inizio e allora decisi di rileggermi prima tutti gli altri libri e ad ogni libro che leggevo volevo rivedere il rispettivo film e solo dopo aver finito di fare tutto questo avrei letto The cursed child. Iniziai un pò in ritardo perchè stavo finendo un’altra saga e una volta riiniziato con Harry Potter non potevo permettermi distrazioni.

Non stò neanche qui a dirvi che è stato come se li leggessi per la prima volta e come se vedessi quei film per la prima volta, le emozioni erano sempre quelle, i pianti erano sempre quelli, i sorrisi, le ansie, quel senso di vuoto quando tutto finisce.. beh quello a dirla tutta, non se n’è mai andato.

Sono contenta di aver iniziano The cursed child il 2 settembre 2017, un giorno dopo di quel fatidico ’19 anni dopo’ perchè era quasi come se ci fosse una piccola parte di me con loro (Stò ancora aspettando la mia lettera.. arriverà lo sò).

Vi racconto cosa mi aspettavo: durante questo percorso, ormai avevo letto molti commenti su questa sceneggiatura, la maggior parte negativa, ne dicevano di tutti colori, che era una offesa ai vecchi libri, che era la disgrazia della saga e che era una tristezza il fatto che sia considerata ufficialmente come un seguito! allora nonostante sono una persona che non si fà condizionare dalle opinioni altrui, mi chiedevo comunque quanto brutta poteva essere questa sceneggiatura per meritare queste critiche, io comunque non vedevo l’ora di iniziarla a leggere.

Sapete cosa vi dico adesso che ho finito tutto? Sono stra – mega contenta di non aver dato ascolto alle critiche, ok parto dal fatto che neanche per me supererà i vecchi libri, quelli non si toccano con nessuna cosa al mondo, ma ragazzi stiamo comunque parlando di una sceneggiatura e a mia detta fatta benissimo, molti mi hanno detto che era un pò difficile leggerla all’inizio ma io mi sono trovata subito benissimo, nonostante non sia ricchissima di dettagli è stata una gioia poter leggerla, mi è piaciuta tantissimo, l’emozione di rivivere tutto, di risentire i vecchi incantesimi, di conoscere nuovi personaggi e di risentire quelli già conosciuti, l’emozione di tornare a Hogwarts, la mia casa, e di conoscere un pò di più di quei 19 anni dopo, non voglio fare spoiler nel caso qualcuno non l’avesse ancora letto ma ci sono state delle scene che mi hanno davvero emozionato e toccato.

Quindi io sarò una di quelle persone che la consigliano a tutti i potteriani perchè a qualcuno potrà non piacere ma sono sicura che molti altri come me la potranno amare 🙂

PS: Vorrei sapere tutte le vostre opinioni, che siano negative o positive

Film Anime da vedere (Assolutamente) prima di ☠

Studio Ghibli Mural

Nell’articolo di oggi voglio parlarvi di quelli che sono, secondo me, i film anime da vedere prima di passare alla dolce vita ❁ .

Come potete leggere nella mia descrizione sono anche un’ Otaku e come tale amo gli Anime, per chi non lo sapesse un anime è un’animazione Giapponese in tutte le sue forme, dall’opera cinematografica alla serie televisiva, passando per gli OAV (original animation video), e si, l’ho presa da internet.

Gli anime non sono, come molti definiscono, dei cartoni animati per bambini! questa è una cosa che non sopporto,  la gente molte volte parla e parla senza sapere e non capisce  che non sono solo questo, ma ovviamente non ne faccio una colpa, se non ne hai mai visto uno (ovviamente non intendo Sailor Moon e Mermaid Melody) non riesci a capirlo in pieno, non puoi capire quanti sentimenti ci sono dentro, quanti messaggi ti inviano, e quante emozioni ti lasciano ed è per questo che voglio suggerirvi qualcuno qui.

Questa volta parlero di  ‘film anime’ ma mi piacerebbe in seguito consigliarvi qualche serie anche a me molto cara!

Ps: Vi avverto sono sempre molto titubante sui primi 3 (o forse su tutti) posti quindi fate come se si trovassero tutti e tre al primo posto, è una scelta troppo dura che non ho coraggio di affrontare, chiamatemi anche codarda ..

Ecco la mia Top 5 Film anime:

  1. La città Incantata di Hayao Miyazaki : La-Città-Incantanta-Hayao-Miyazaki-Cinema-Poster-Lucky-RedChihiro è una ragazzina di dieci anni, capricciosa e testarda, convinta che l’intero universo debba sottostare ai suoi capricci. Quando i suoi genitori, Akio e Yugo, le dicono che devono cambiare casa, la bambina va su tutte le furie e non fa nulla per nascondere la sua rabbia. Abbandonando per sempre la vecchia casa, Chihiro si aggrappa al ricordo dei suoi amici e di un mazzo di fiori, ultime tracce della sua vecchia vita. Arrivati in fondo ad una misteriosa strada senza uscita, Chihiro ed i suoi genitori si trovano davanti ad un immenso edificio rosso sulla cui facciata si apre una galleria che li conduce ad una città fantasma, dove li aspetta un sontuoso banchetto. Akio e Yugo si gettano famelici sul cibo e vengono trasformati in maiali sotto gli occhi della figlia. Sono scivolati in un mondo abitato da antiche divinità e esseri magici, governato da una strega malvagia, l’arpia Yubaba.

2) Your Name di Makoto Shinkai : thumb-1920-736461.pngIl film ci accompagna nella vita di Mitsuha e Taki. Mitsuha è una studentessa che vive in una piccola città rurale e desidera trasferirsi a Tokyo, nella grande metropoli dove ogni sogno si può realizzare. Taki è uno studente di liceo che vive proprio a Tokyo, ha un lavoro part-time in un ristorante italiano, ma vorrebbe lavorare nel campo dell’arte o dell’architettura. Una notte, Mitsuha sogna di essere un giovane uomo, si ritrova in una stanza che non conosce, ha nuovi amici e lo skyline di Tokyo si apre dinnanzi al suo sguardo. Nello stesso momento Taki sogna di essere una ragazzina che vive in una piccola città di montagna che non ha mai visitato. Ma quale sarà il segreto che si cela dietro questi strani sogni incrociati?

3) Il castello errante di Howl di Hayao Miyazaki ( vi avverto Howl è stato una delle mie prime Crush) :

1-castello-errante-di-howl

La diciottenne Sophie lavora senza sosta nella boutique di cappelli che, prima di morire, apparteneva a suo padre. Durante una delle sue poco frequenti uscite in città, conosce il mago Howl. Fraintendendo la loro relazione, una strega lancia un maleficio terribile su Sophie e la trasforma in una anziana donna di novant’anni. Sophie fugge e, per puro caso, entra nel Castello Errante di Howl; nascondendo la sua vera identità, si fa assumere come donna delle pulizie. Riuscirà in breve tempo a dare nuova vita alla vecchia dimora abitata solo da un giovane apprendista, Markl, e da colui che manda avanti il Castello, Calcifer, il demone del fuoco.

4) Quando c’era Marnie di Hiromasa Yonebayashi : when_marnie_was_there1_optAnna, una ragazzina timida e solitaria di 12 anni, vive in città con i genitori adottivi. Un’estate viene mandata dalla sua famiglia in una tranquilla cittadina vicina al mare ad Hokkaido. Lì Anna trascorre le giornate fantasticando tra le dune di sabbia fino a quando, in una vecchia casa disabitata, incontra Marnie, una bambina misteriosa con cui stringe subito una forte amicizia…

5) La ragazza che saltava nel tempo di Mamoru Hosoda : laragazzachesaltavaneltempo_poster                                  Quando la diciassettenne Makoto Konno ottiene l’abilità di, letteralmente, saltare indietro nel tempo, cerca di migliorare i propri voti e prevenire delle disavventure personali. Purtroppo, Makoto realizza che cambiare il passato non è semplice come sembra e dovrà affidarsi ai suoi poteri per disegnare il suo futuro e quello dei suoi amici.

(il film è completo su youtube, qui il link)

Naturalmente vorrei fare una lista infinita e non potete capire quanto mi ci è voluto per formulare questa classifica, ore e ore di duro lavoro e non sono ancora sicura sia la mia definitiva, per adesso mi sono fatta trasportare dal cuore!

Ho saltato tanti altri film che ho amato e che meritano comunque di essere nella top 5, vi elenco due che ho visto recentemente e che consiglio vivamente, almeno questa volta non darò preferenze:

  1. La collina dei papaveri di Goru Miyazaki : collina.dei_.papaveri1020 il film descrive le vicende dei due protagonisti Umi e Shun e del forte legame di amicizia che si sviluppa tra loro quando decidono di unire le forze per salvare il loro vecchio liceo dalla demolizione.
  1. A silent voice di Naoko Yamada: Silent-VoiceLa storia racconta dell’incontro tra due bambini: Shouya Ishida, un ragazzino molto vivace e Shouko Nishimiya, una bambina sorda. Inizialmente le cose tra i due non vanno bene poiché Shouya si diverte a prendere in giro Shouko e a maltrattarla per il suo handicap. Il loro rapporto però non è così semplice ed entrambi si ritroveranno, nel corso degli anni, ad attraversare parecchie difficoltà.  

Fatemi sapere se qualcuno di voi li ha visti o se ha una sua lista personale e magari qualcuno nuovo da consigliarmi, ho una lista di altri da vedere e quando lo farò vi farò sapere la mia opinione, che qualcuno riesca ad arrivare in cima scansando qualcun’altro?

I ragazzi dei film non esistono – E io me ne strafrego

fangirl-special-edition-cover-860x442

Tante donne sognano di trovare il vero amore, e non un semplice ‘amore’ ma uno da film.

Da dove dobbiamo incominciare per spiegare l’inizio di questa nostra fissazione? Partiamo dalla nostra infanzia.

Da piccoli cresciamo con i classici Disney e chiunque li abbia visti ( e penso tutti sennò vedete di recuperare) può capire perchè metto questi film nei primi induttori di questa nostra fissazione, il loro motto è pur sempre ‘e vissero per sempre felici e contenti’ e non sò voi ma io sono tutt’ora innamorata dei ragazzi della Disney, perchè possono essere definiti semplicemente ‘perfetti’ , forse con i nuovi film  la nuova generazione avrà un’altro modo di pensare perchè a differenza di prima ci illustrano l’amore come un qualcosa di globale e non soltanto tra un ragazzo e una ragazza e sono contenta di questo, ma ragazzi siamo ancora all’infanzia, andiamo avanti.

Nei primi passi verso l’adolescenza ci sono i soliti film chiamati ‘adolescenziali’ (che io amo tutt’ora) dove illustrano la maggior parte delle volte la solita ragazza sfigata (che nella vita reale sarebbe considerata una strafiga) che riesce a conquistare il duro, popolare della situazione facendogli scoprire lui chi è veramente e in alcuni casi (anche se in minoranza) il ragazzo sfigato che riesce a conquistare la ragazza popolare! Che ragazza adolescente non desidera una cosa del genere? l’adolescenza è il periodo di insicurezze, sogni e di prime cotte ed è per questo che siamo particolarmente sensibili a queste storie e poi ci sono anche i fantasy dove la ragazza sfigata magari scopre di essere una shadowhunters oppure il bel ragazzo tenebroso si viene a scoprire sia un vampito! Non eravamo già abbastanza incasinate , ci mancava solo di aggiungerci vampiri e cacciatori di demoni alle nostre aspettative.

Arriviamo poi alla fine dell’adolescenza, diciamo all’inizio della nostra fase adulta, ecco a voi le commedie romantiche o semplicemente il genere romantico! a questo punto non ci sono più i ragazzi delle superiori ma entriamo nel mondo universitario o lavorativo, le storie diventano sempre più serie, adesso i ragazzi duri si sono trasformati in uomini, magari multimiliardari che si innamorano di una ragazza semplice ( No, non stò parlando di 50 sfumature di grigio, non ho mai sopportato quella storia) o nel tuo capo o peggio ancora nel tuo concorrente, ma il fulcro della storia è sempre quello ”L’amore Perfetto che vince ogni avversità” e non solo, tra i miei film romantici preferiti c’è anche ‘Orgoglio e pregiudizio’ di Joe Wright ambientato in un lontano 800 dove guardandolo inizi anche a  pensare: ‘Non ci sono più gli uomini di una volta, quelli che ti corteggiavano finchè non diventavi sua e che ti scrivevano quelle belle lettere d’amore su una carta’ ed è qui che iniziano anche i dubbi che tu sia nata nell’epoca sbagliata.

Allora, dopo anni e anni di questa preparazione su quello che è l’amore perfetto molte di noi notano che in realtà niente di questo succede nella vita reale. Alcune si rassegnano e abbassano le loro aspettative, altre continuano aspettando anche sapendo sia più fattibile trovare il Dorado, altre invece non ci hanno mai creduto e  criticano invece quelle che lo fanno.

Sapete il mio parere: Me ne STRAFREGO di quello che pensa l’altra gente, se voi ci credete, e ci avete creduto fino ad adesso, per quanto possa sembrare impossibile,  non mollate! avete aspettato questo per tanto tempo, perchè accontentarsi, perchè cambiare la propria opinione solo perchè altri ve  lo impongono. Magari arriverà e magari non sarà così, ma se voi ci credete non permettete a nessuno di cambiarvi e sapete perchè? perchè persone come voi sono speciali, persone che ancora credono nel vero amore sono persone forti e da premiare! Inoltre sò dei casi in cui storie da film sono davvero successe e non vi parlo di articoli su internet ma cose che sò personalmente, quindi non mollate e un giorno troverete il vostro Mr. Darcy

 

 

Fenix

Sono passati ormai anni da quando ho aperto questo blog e quasi mi stavo dimenticando dell’esistenza..

Quando ho riaperto la mia pagina ho pensato ”vediamo cosa cavolo scrivevo una volta”.

A tutti noi capita delle volte di fare dei tuffi nel passato e pensare ” Questa ero io? che uso di stuperfacenti facevo da piccola?”  la cosa più imbarazzante sono le foto della nostra adolescenza! Non sò voi ma io ero una ‘cosa curiosa’ (come dice mia mamma) formata da un mix di truzzaggine con un tocco di capelli cotonati e passione Hello Kitty .. meglio mantenere questi reperti sepolti.

Quindi quando ho riaperto questo blog pensavo di trovare cambiamenti, qualcosa che mi facesse ridere sulla vecchia me ed invece ho notato che sono sempre io, le poche cose che ho scritto tanti anni fà le penso ancora e mi fà sorridere questo.

Ho tanti diari perchè mi piace scrivere, non sono mai stata brava a esprimermi di persona ma riesco a farlo attraverso le lettere, scrivendo, molti di voi o almeno molte persone in generale penseranno che mi nascondo dietro a un computer ma io non la chiamerei così, ”nascondersi”, io la vedo più che altro come una modalità di espressione,

ognuno ha il suo modo di esprimersi e il mio è questo.

Ovviamente scrivere su un diario è più facile che scrivere sul tuo blog, perchè quest’ultimo è meno personale, ma ho preso la mia decisione e voglio farlo.

Ho queste mie parole riapro ufficialmente il mio blog.

Ps: Il '7' è muto

Vita di Pi ♥

image

Ieri sera ho deciso di vedere questo film ‘Vita di Pi’ ero perplessa se vederlo oppure no,la storia da come l’avevo letta mi piaceva ma non mi intrigava più di tanto,beh voglio dire che sono contenta di averlo visto nonostante abbia iniziato senza voglia,perché?beh perché è stato uno dei film più toccanti che abbia visto in questi ultimi mesi.
La fotografia?oh mi sono innamorata di quelle immagini e dalla bellezza della natura che ci circonda e che noi non sappiamo neanche apprezzare.
Ho riscontrato scene in cui avevo la pelle d’oca solo a guardare,mi sembrava di entrare nel paese delle meraviglie e che fossi all’interno di un film della Disney,invece no è solo illustrato quello che esiste già con gli occhi che noi umani non riusciamo più a utilizzare.

image

Ho amato come è stata raccontata la storia e del significato dei personaggi che solo alla fine capiremo,ho amato Richard Parker che sia la tigre o Pi. e solo chi ha visto il film può capire perché dico questo.
Trovo anche molto bello il fatto di accogliere nel cuore tre diversi tipi di religione e saperne apprezzare ogni valore di ognuna,il che ci fa capire quanto diversi e uguali possiamo essere se solo accogliamo questo con amore.
Concludo citando una frase del film ‘ Combattiamo all’infinito. Combattiamo senza curarci di quanto ci costa, delle sconfitte che incassiamo, dell’improbabilità del successo. Combattiamo fino all’ultimo respiro. Non è una questione di coraggio. L’incapacità di arrendersi è un dato caratteriale. Forse è semplicemente stupida fame di Vita.’